‘Galassia Laforgia’ in arrivo un super consulente

Domenico Laforgia

LECCE  –   Continuano a propagarsi silenziosamente  le scosse del terremoto che ha travolto l’Università del Salento. E la Magistratura, altrettanto silenziosamente, continua a svolgere le indagini.

Gli accertamenti a 360° gradi, riguardano ogni aspetto dei nove fascicoli aperti dal Procuratore Cataldo Motta e dal Sostituto Paola Guglielmi.

Sotto la lente d’ingrandimento degli investigatori, tra le altre, cose è finita anche la galassia di società e partecipazioni del Rettore Domenico Laforgia, anche in collaborazione con Spin off universitari, tali da aver fatto ipotizzare l’eventualità di un possibile conflitto di interessi  tra le attività private e il ruolo pubblico del numero uno dell’Ateneo salentino.

I Magistrati ora vogliono vederci chiaro. Per questo starebbero vagliando la possibilità di conferire l’incarico ad un super consulente, un funzionario della Camera di Commercio che dovrà chiarire dettagliatamente tutti gli interessi economici  e le partecipazioni del Rettore nelle varie società.

Il funzionario dovrà poi chiarire ogni singolo rapporto di queste società con l’Università del Salento. Saranno così sviscerati tutti i possibili interessi economici di Laforgia, in modo da poter chiarire ed eventualmente escludere, ogni possibilità concreta di un conflitto d’interessi.

Il Rettore insieme al suo ex Direttore generale Emilio Miccolis, è finito al centro di un’inchiesta che lo vede indagato con l’accusa di abuso d’ufficio dopo un esposto presentato in procura dal Professor Luigi Melica, ordinario di Diritto Costituzionale dell’Ateneo salentino che ha gettato un’ombra sulla sua gestione delle sedute del Senato Accademico.

Laforgia, in particolare, avrebbe cercato di indirizzare i voti dei componenti. Dal primo esposto, una serie di altre denunce, querele e contro querele sono arrivate sulla scrivania dei Magistrati. Concorsi sospetti, presunte calunnie e insidie che hanno travolto l’intera Università del Salento.