Esecuzione in stile mafioso: brindisino ammazzato a Torino

Sezione Volanti

BRINDISI Crivellato a colpi di fucile, per le strade di Torino, in un’esecuzione di stampo mafioso. E’ morto così, Cosimo Damiano Vasile, 48enne di Brindisi, con diversi precedenti penali. Un sabato pomeriggio trascorso insieme alla sua compagna, in giro per i centri commerciali della città.

Poi, in serata, dopo le 22, la sparatoria in Corso Taranto, nei pressi del negozio ‘Mediaworld’: un inferno di fuoco che non ha lasciato scampo al 48enne e che ha procurato ferite alla donna, Caterina Traversi, di 28 anni.

I due erano appena usciti dal negozio ed erano saliti su un’Audi A1 grigia, quando un’auto li ha raggiunti da dietro: due uomini sono scesi e uno di loro ha sparato con un fucile a pallettoni, colpendo più volte Vasile alla testa e ferendo alla spalla la donna che in quel momento era al volante della vettura.

Nonostante il sangue, il dolore fisico e la paura, la 28enne è riuscita a raggiungere il vicino ospedale ‘Giovanni Bosco’ e a portare il compagno al Pronto Soccorso. Ma purtroppo per Vasile non c’è stato nulla da fare. E’ morto pochi minuti dopo, mentre la compagna è stata sottoposta a un intervento chirurgico che ha consentito di asportare i proiettili dalla spalla. Gli agenti della Squadra Mobile di Torino, che indagano sul caso, coordinati dal PM Fabiola D’Errico, hanno ascoltato la donna, che è riuscita a fornire una buona ricostruzione dell’agguato. Gli inquirenti scavano nella vita della vittima: Vasile in passato era finito in manette per rapina e spaccio di droga ed era stato arrestato, l’ultima volta nel 2011 con l’accusa di estorsione.