Il Lecce a Cremona senza Giacomazzi e Chevanton. Lerda: “Scelta tecnica”

Mister Lerda

LECCE –  Altro che centrale difensivo: Giacomazzi è rimasto a casa. “Scelta tecnica”, ha precisato Lerda al termine della seduta di rifinitura a porte chiuse effettuata alVia del Mare’. Il centrocampista, di nuovo disponibile dopo la giornata di squalifica scontata contro l’Albinoleffe, era stato provato in difesa nel 3-5-2 studiato da Lerda e che sarà il modulo con il quale scenderà in campo a Cremona.

“In questo momento è il modulo più opportuno”, ha dichiarato Lerda.

Un attacco influenzale, invece, ha fermato Javier Chevanton: l’attaccante giovedì mattina aveva anche accusato qualche fastidio ai flessori. Così in attacco Lerda rinuncerà anche a Chevanton oltre che Pià fermo ancora per squalifica. In difesa invece torna disponibile Diniz e non è escluso che il brasiliano possa tornare titolare nel terzetto difensivo.

Allo ‘Zini’ di Cremona comincerà il girone di ritorno dopo la fase di andata che il Lecce avrebbe potuto chiudere in testa alla classifica se non avesse dilapidato il vantaggio di punti accumulato per oltre metà campionato. “Abbiamo sbagliato solo la partita di Salò”, analizza il Tecnico gialloroso.

Sta scalando posizioni, invece, la Cremonese, la squadra tecnicamente più attrezzata, ma anche quella che ha deluso maggiormente le aspettative. Quattro i risultati utili consecutivi della squadra di Scienza. “La considero ancora la squadra più forte”, ha detto Lerda.

Probabili formazioni: il Lecce potrebbe schierarsi con Diniz, Esposito (o Vinicius) e Di Maio davanti a Benassi; Vanin, Zappacosta, De Rose, Memushaj e Tomi a centrocampo; Falco e Foti in attacco.

La Cremonese, invece, dovrebbe presentarsi in campo con Grillo in porta; Sales, Moi, Tedeschi e Visconti in difesa; Baiocco, Degeri e Buchel a centrocampo; Caridi (acquisto di gennaio) alle spalle di Marotta e Le Noci in attacco.

Arbitrerà la partita Ghersini di Genova. Fischio d’inizio alle 14.30.