Mega parco Galatina, il Comune lo stoppa (per ora)

QuattroStelle

GALATINA (LE)  –   La patata bollente del mega parco commerciale di  Galatina approda in un’Aula consiliare ricolma fino all’inverosimile. E riceve, almeno per ora, lo stop del Comune. Il Sindaco Cosimo Montagna è chiaro: così per come adesso si presenta il progetto, a scatola chiusa, le richieste di ‘Pantacom’ la società proponente, non sono accoglibili.

E questo a causa dell’incompletezza della documentazione e della necessità di portare avanti il processo dell’istruttoria.

A dettare il passo, infatti, è stata la nota inviata nelle scorse ore dalla Regione Puglia e letta dall’Assessore al ramo Alberto Russi tra applausi e fischi.

La Conferenza di servizi è convocata per il 24 gennaio, ma sottolinea che “non è possibile verificare l’ammissibilità della domanda, perchè non è stata trasmessa la documentazione indispensabile per verificare la sussistenza dei parametri minimi prescritti. La richiesta è stata presentata in modo non conforme. E le falle più importanti si riferiscono all’assenza di indicazioni sulla tipologia di merci che saranno lì vendute, alla mancanza delle autocertificazioni antimafia, non è stato trasmesso lo studio di verifica di assoggettabilità a Valutazione di Impatto Ambientale, né la stima su quello occupazionale”.

A questo si è aggiunta la nota della Provincia di Lecce che concede parere non favorevole per quanto attiene alle soluzioni di viabilità.

Carenze documentali probabilmente risanabili, ma abbastanza pesanti da scatenare il putiferio sulle tribune, divise tra ambientalisti e commercianti da un lato e fautori del centro commerciale dall’altro. Una nutrita rappresentanza dei cittadini della frazione di Collemeto, favorevoli al mega parco, è stata quella che più s’è fatta sentire e che ha abbandonato l’Aula in segno di protesta.

Si è deciso, infatti, di non decidere adesso, di voler giocare a carte scoperte, con il voto compatto della maggioranza.

Cade la delibera proposta dalla minoranza, la stessa che ha chiesto la convocazione coattiva del Consiglio e con cui si sarebbe dovuto dare alla giunta indirizzo favorevole a ‘Pantacom’. Che non potrà contare sul protocollo d’intesa con il Comune nella corsa alla costruzione del prossimo centro commerciale del Salento leccese.

 
Abitare Pesolino

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*