Ingoia lo stuzzicadenti e finisce in sala operatoria

Ospedale-Giannuzzi-1-

MANDURIA (TA)  –  Dopo il bambino di 2 anni che scambia le pillole del nonno per delle caramelle, un’altro caso di scampato pericolo alimentare ha interessato un adulto. Questa volta più che l’innocenza di un bimbo è stata l’eccessiva foga nell’assaporare il cibo preferito, accompagnata dalla gioia di stare a tavola di Capodanno con tutti i parenti, hanno giocato un brutto scherzo ad un 35enne che per poco non si è strozzato con un involtino di carne al sugo.

L’uomo, che ora sta bene, è finito in ospedale e addirittura in sala operatoria dove è stato anestetizzato e liberato dell’insolito corpo estraneo che si era incastrato nell’esofago.

E’ successo il 1° gennaio ad un uomo di Sava che era a pranzo per festeggiare l’ingresso del nuovo anno con tutti i familiari. Arrivato al secondo piatto, evidentemente  a lui molto gradito, ha afferrato una ‘braciola’ ingurgitandola senza molte attenzioni e senza nemmeno masticarla.

Nella fretta, infatti, lo sfortunato protagonista non aveva tolto nemmeno lo stuzzicadenti che fermava l’involtino. E’ stato questo   probabilmente, a rendere ancora più problematico il passaggio della carne nello stomaco. Dopo gli inutili tentativi per espellerlo, i familiari sono stati costretti a chiamare il 118.

Non potendo deglutire, né parlare, l’uomo era in preda ad una crisi di panico e rischiava di soffocare con la propria saliva. Trasportato in ospedale a Manduria, il 35enne è stato immediatamente portato in sala operatoria dove gli anestesisti, dopo averlo sedato, hanno potuto rimuovere il pezzone di cibo che tappava completamente il canale alimentare.

Una volta liberato, il savese ha potuto tornare a casa per completare la festa.