Estorce 100.000 € e nasconde droga a rmi ed esplosivi, arrestato

MOTTOLA (TA) –  Estorsione continuata, possesso di materiale esplosivo e di un’ arma clandestina e ancora detenzione e spaccio di droga. Una sfilza di accuse per un giovane 30enne di Mottola. Non un criminale provetto, un incensurato, eppure è arrivato ad estorcere ben 100.000 €,dietro terribili minacce, sempre alla stessa persona. Si conoscono bene aguzzino e vittima.

Ed è stata proprio la vittima dopo l’ultima richiesta, a chiedere aiuto ormai esasperata ai Carabinieri. In azione gli uomini del NOR di Massafra. Quando è stato arrestato, il 30enne aveva nelle tasche 2.500 €, somma appena estorta sempre alla solita persona, presa di mira e vessata ormai da anni. Tutto è iniziato nell’ottobre 2010, con le minacce estese anche ai familiari e la violenza. Il 30enne ha racimolato complessivamente i 100.000 €.

Per essere più credibile per terrorizzare ancora di più la preda, l’estorsore diceva di conoscere personaggi di grosso calibro nel mondo del crimine. Forte di questi nomi andavano avanti le intimidazioni. E proprio per paura, ormai soggiogato psicologicamente, il pover’uomo, non aveva ancora denunciato il sopruso. Ma ormai alle strette e non potendo più sostenere economicamente la situazione, ha deciso di vuotare il sacco raccontando tutto ai Carabinieri che lo hanno arrestato.

A casa del 30enne, inoltre, i militari hanno trovato un chilogrammo di gelatina esplosiva da cava, completa di miccia a lenta combustione e detonatore; la copia di una pistola semiautomatica, modificata ed in grado di esplodere cartucce cal. 380, con un colpo in canna ed altre 19 munizioni dello stesso calibro e ancora, circa 9 grammi di cocaina, un bilancino di precisione e tutto il materiale per confezionare la droga. Sequestrati anche 500 €, oltre gli ultimi 2.500 € estorti e restituiti alla vittima.