Loredana Capone: “Io in regola, i morosi sono altri”

Loredana e Salvatore Capone

LECCE  –   Dalla contesa alla resa dei conti. Loredana Capone a tutto campo: dal perché la candidatura alle Parlamentarie del PD ai soldi versati al partito. La Vice Presidente della Regione Puglia in conferenza stampa sciorina numeri e traguardi ottenuti alla guida dell’Assessorato alle Attività produttive.

Dall’innovazione e ricerca alla percentuale dell’export: +8.5% che colloca la Puglia ai primi posti in Italia. “Penso di aver fatto benedice e per questo vorrei esportare il modello regionale in Parlamento”.

E’ un ricco report quello che Loredana Capone presenta alla stampa. Affiancata da Salvatore Capone, candidato anche lui e col quale scherza: “Mi raccomando, scrivete Loredana altrimenti rischiate che il voto sia nullo”, Alfonso Rampino e il Segretario cittadino Andrea Imbriani.

La candidata alle Parlamentarie, tuttavia, non si limita ad illustrare i successi ottenuti a Bari. Risponde anche a chi l’accusa, ultimo Pippi Nocera, di essere candidata sempre ovunque. Dalle provinciali alle comunali di Lecce.

E sui conti in profondo rosso del Partito Democratico lei risponde: “Io  ho versato tutti i contributi che dovevo, fino all’ultimo centesimo, oltre ad essermi impegnata personalmente nelle varie campagne elettorali. I morosi, semmai, sono altri ed è a loro che si deve rivolgere il partito”. 

Dopo Teresa Bellanova, un’altra donna, della stessa area, presenta il proprio dossier.

Al popolo del Centrosinistra, domenica 30 dicembre, la scelta.