La Bellanova si sfoga: “Rischio la casa per le elezioni altrui”

Teresa Bellanova

LECCE “La mia casa impegnata con le banche per pagare i debiti di campagne elettorali esagerate”, lo sfogo dell’uscente e candidata alle Parlamentarie del PD di fine mese, Teresa Bellanova, riecheggia nella sala della Federazione di via Tasso.

Sono i numeri quelli che fanno rabbrividire e che Teresa Bellanova non ha intenzione di nascondere.

Dal 2008 ad oggi ha versato oltre 300.000 euro di contributi al partito fra nazionale, regionale, provinciale e anche al Circolo di Alessano. Degli 11.000 e 500 netti in busta mensili che le spettano come Onorevole, ne ha trattenuti solo 3.000 e 500.

Le cifre di Teresa Bellanova sono tutte contenute nel rendiconto di fine mandato che ha presentato in conferenza stampa introdotta da Salvatore Capone, il che lascia intendere che fra i due ci sia un ticket.

Teresa Bellanova elenca i traguardi politici ottenuti e che la vedono fra i 10 Parlamentari del PD più presenti e produttivi. Ma oltre ai successi politici ottenuti, c’è il rammarico per un partito che ha ancora troppi debiti “a cui devono far fronte sempre gli stessi.Le ultime campagne elettorali sono state esagerate”, dice.

Il nome che compare nelle ultime tornate dalle provinciali alle regionali, fino all’ultima: ‘Lecce 2012’ è quello di Loredana Capone.

“Io ho un modo di fare politica con funzione pedagogica –  dice – non prometto incarichi, nelle mie Segreterie non si studiano scorciatoie o sotterfugi. Io sono una persona corretta e trasparente. E invito anche gli altri competitori a fare ciò che ho fatto io: rendicontare”.

Dall’altra parte della città, SEL ha presentato i candidati alle Primarie su Collegio regionale per il Parlamento: sono l’Assessore regionale uscente Dario Stefàno e la new-entry Sonia Pellizzari.

Pochi giorni ancora e si conosceranno i nomi dei candidati al Parlamento del PD e di SEL.