Il Sindaco di Mesagne incontra le ragazze del ‘Morvillo’

Sindaco di Mesagne  Franco Scoditti

MESAGNE (BR) –  E’ il primo Natale dopo l’attentato, per le ragazze rimaste ferite nella strage alla ‘Morvillo Falcone’, lo scorso 19 maggio. Il primo Natale senza Melissa Bassi, vittima dello scellerato piano criminale attuato da Giovanni Vantaggiato. Un’assenza incolmabile, avvertita ogni giorno, ma ancor di più in un periodo solitamente gioioso.

Ferite profonde nell’anima, quelle per i genitori di Melissa e ancora visibili sulla pelle di alcune studentesse.

5 di loro, oggi, sono state accolte dal Sindaco di Mesagne, Franco Scoditti, a Palazzo di Città per un momento di condivisione in vista del Natale.

Da primo cittadino, ma soprattutto da padre e da uomo, Scoditti ha voluto stringere a sè queste adolescenti turbate da un dramma incomprensibile. Alla Vigilia di Natale, ha trasmesso loro un messaggio di fiducia e speranza, sottolineando che la città non dimentica quello che è accaduto.

Di lì a poco il Sindaco ha incontrato i genitori di Melissa, nella loro casa a Mesagne portando parole di vicinanza e solidarietà. “Melissa continua a vegliare su di voi e sulle sue amiche – ha sussurrato il Sindaco a papà Massimo e mamma Rita – La tragedia che vi ha colpito rappresenta per tutti un momento di riflessione”.