Parlamentarie SEL: Stefàno, Matarrelli e molte donne

SEL

Dopo una riunione fiume, arriva anche per ‘Sinistra Ecologia e Libertà’ il via libera alle candidature alle primarie. Il Salento punta tutto sulle donne. A concorrere per un posto alla Camera saranno Anna Cordella, Sonia Pellizzari e Annalisa Maraschio.

Accanto a loro si sottoporrà al test anche l’assessore Dario Stefano in quota ‘Puglia per Vendola’.

Per Brindisi si candideranno il consigliere regionale Toni Matarrelli e Francesco Colizzi. Ben 5 i candidati tarantini che sono Donatella Duranti, Massimiliamo Cinque, Paolo Rubino, Mauro Liuzzi e Cosimo Filomeno.

A provare il salto romano saranno anche il presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna e il capogruppo di SEL in via Capruzzi Arcangelo Sannicandro che dovrà ottenere la deroga per tentare la corsa.

La lista sarà unica per Camera e Senato, si punta a conquistare 6 seggi alla Camera e 3 al Senato.

Lo schema è l’alternanza uomo-donna. Blindate le candidature di Vendola – capolista in tutta Italia – e di Nicola Fratoianni che non erano presenti alla riunione.

Ora spetta al direttivo nazionale approvare definitivamente le liste pugliesi ed è qui che potrebbe arrivare qualche ulteriore sorpresa. Da Roma, infatti, potrebbero decidere di riservarsi ulteriori posizioni blindate in lista e questo si tradurrebbe una ulteriore penalizzazione per i rappresentanti dei territori.

In quell’occasione potrebbero non essere escluse defezioni. “Cosa ci candidiamo a fare”, dice qualcuno al termine della faticosa e combattuta riunione. “Le primarie erano il nostro cavallo di battaglia, ora stanno quasi divenendo una farsa”. Ma c’è anche chi, forte del suo elettorato, trova le attenuanti: “Dobbiamo andare con personaggi forti altrimenti di voti ne prendiamo pochi e di noi non sale nessuno”.

Il 30, comunque, la sfida sarà aperta. E fino a quella data sarà rincorsa ai voti.