Talucci saluta la sua Brindisi: “Ma resto sacerdote tra di voi”

Monsignor Rocco Talucci

BRINDISI  –   Dal Vaticano a Brindisi, com’era facile intuire, il pensiero della Chiesa sulle unioni civili, non cambia. Nel giorno del congedo da Arcivescovo, Monsignor Rocco Talucci interviene su uno degli argomenti più caldi del momento: “Se vi amate e vi volete bene –  ammonisce – ditelo a tutti, ditelo davanti a Dio”.

L’interesse della politica al tema delle unioni civili, bocciate dal Consiglio comunale brindisino, secondo Talucci, è superfluo. Ma c’è di più: interrogato sulle nozze gay, l’Arcivescovo non ha dubbi, perchè in questo caso, precisa: “Il problema non si pone”.

Nella chiacchierata con la stampa, Talucci ripercorre le tappe principali della sua missione pastorale, nei lunghi 13 anni trascorsi alla guida dell’Arcidiocesi di Brindisi e Ostuni, ricordando la visita del Papa e in particolare l’amor dispensato e ricevuto dai fedeli, a cui va l’augurio di un sereno Natale.

Nel passare il testimone a Domenico Caliandro, Talucci rassicura i brindisini: “Non vado in pensione, sarò sempre sacerdote per strada e in Chiesa, al fianco di chi ha bisogno”.

E dal sacro si passa al profano, sdrammatizzando con una punta di ironia sulla profezia dei Maya e sulla fine del mondo.