Spara sulle bancarelle del mercato, nei guai 17enne

mercato bisettimanale

LECCE  –   Fucilate dal balcone contro le bancarelle del mercato bisettimanale. Non un vero e proprio attentato, per fortuna – i pallini erano finti – piuttosto la bravata che uno studente leccese ha pagato con una denuncia a piede libero

E’ successo venerdì mattina a Lecce, in viale Giovanni XXIII. A dare l’allarme è stato proprio un ambulante la cui bancarella era stata raggiunta da una raffica di colpi.

È stato lo stesso commerciante poi a riferire alla Polizia giunta sul posto, che la sventagliata di pallini proveniva dalla finestra di un’abitazione vicina.

E così, dopo una breve perlustrazione della zona, gli agenti hanno individuato l’appartamento sospetto.

È bastato salire al 1° piano di una palazzina che si affaccia su Piazzale Genova per avere conferma di quanto era appena accaduto.

In casa infatti vi era un ragazzo di 17 anni, abbigliato come un vero e proprio soldato: tuta mimetica e in possesso di un fucile giocattolo, del tipo ‘evolution air soft combat’.

La sua esercitazione casalinga, decisamente discutibile, è stata comunque punita.

Per lui è scattata una denuncia a piede libero per esplosioni pericolose, per aver esploso 19 colpi in ceramica, all’indirizzo di alcuni commercianti. L’arma è stata sequestrata.