Ricercatori ‘a nudo’ per gli animali

CALIMERA (LE)  –   Biologi, ricercatori, veterinari, erpetologi e ancora guide naturalistiche si mettono a ‘nudo’ per aiutare 800 animali. Sono gli operatori della Cooperativa ‘Naturalia’ che gestisce il Museo Civico di Storia naturale di Calimera, centro preposto all’accoglienza della fauna esotica e per il recupero della fauna selvatica e delle tartarughe marine, che hanno posato nudi, ognuno con un animale ospite del centro, per un calendario a cui è stato dato il nome di ‘Naturalia 2013: nudi per loro’.

Sono almeno 800 gli animali che annualmente transitano dal centro. Alcuni vengono liberati, altri invece rimangono in affido permanente: tartarughe esotiche, pitoni, iguane, pappagalli, barbagianni e molte altre specie.

Per le loro cure occorrono circa 60 kg di cibo e 100 euro di medicine e cure al giorno, ma i finanziamenti pubblici coprono solo il 50%. Da qui l’idea del calendario in cui animali e operatori sono ritratti senza veli per raccogliere i fondi necessari per la loro sopravvivenza. Così ad esempio c’è chi si è fatto fotografare con due sauri, lucertole provenienti dall’entroterra australiano come la Guida del Museo, Simone Tarantino, mentre il Responsabile del Centro Recupero Fauna esotica, Piero Carlino, si è fatto immortalare mentre guarda in faccia un pitone delle rocce indiano.

Il calendario si può ordinare direttamente al Museo di Calimera al costo di 10 euro.

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*