Franzutti come Tim Burton, con lo Schiaccianoci ‘gotico’

Politeama Greco

LECCE  –   Avrà queste atmosfere, avrà quel richiamo ancestrale, la caricatura della paura di cui è diventato maestro Tim Burton, il regista di ‘Big Fish’ e del ‘Cappellaio magico’. Il nuovo ‘Schiaccianoci’ del Balletto del Sud sarà la nuova sintesi tra gotico  e favola, tra ultraterreno e infantilità.

Tre serate in questo fine settimana riempiranno di questo il Politeama Greco per ridare a Lecce, sotto nuova luce, lo spettacolo natalizio per eccellenza, quello che ogni città colta deve avere per poter dire di avere spirito europeo.

Il Coreografo Fredy Franzutti vuole stupire, più di sempre. Come ha fatto 10 anni fa, quando per la prima volta ha presentato qui l’opera per eccellenza di Cajkovskij e ne parlò la stampa nazionale. Sarà un cast d’eccellenza a danzare nel viaggio fantastico ideato sul racconto di Hoffman: Clara sarà la giovane salentina Elena Marzano, interpretata anche da Marta Petkova attrice che, assieme a Nicola Hadijtanev, proviene dall’etoile di Sofia ed è contesa dalle compagnie di mezza Europa.

E’ questa formazione che porterà il nome del Salento in giro per l’Italia, nella tournée che toccherà città come Vicenza Gorizia, Trento e Bologna.

E’ così che si chiude la stagione sinfonica della Provincia di Lecce, con le musiche eseguite dall’Orchestra sinfonica Tito Schipa’ e che  Marcello Panni dirigerà per l’ultima volta.