Acqua inquinata nella Contrada, allarme ambientale a Francavilla

NOE

FRANCAVILLA FONTANA (BR)  –  Un’azienda zootecnica senz’acqua, perchè il pozzo artesiano che la forniva è stato chiuso con ordinanza sindacale. In seguito ai campionamenti effettuati dall’ARPA, infatti, l’acqua è risultata non potabile secondo il ‘parametro manganese’.

Il manganese che al pari del ferro, altera le proprietà organolettiche dell’acqua, è inserito tra i parametri indicatori con un valore massimo di 50 microgrammi/litro.

“Dalle risultanze analitiche del campionamento – come si evince dalla nota del NOE pervenuta al Comune di Francavilla è risultata la contaminazione batteriologica e chimica dell’acqua utilizzata dal proprietario del pozzo”.

L’azienda è ubicata in Contrada ‘Feudo Inferiore’, lì dove c’è la discarica dei rifiuti solidi urbani che prima di essere chiusa a gennaio 2011 dall’ex Presidente della Provincia Massimo Ferrarese in quanto ormai esauritasi, ha accolto le immondizie dei 9 Comuni dell’ATO BR/2 e per un certo periodo anche quelli dell’ATO BR/1.

Ed ora è allarme tra i residenti della Contrada, che potrebbero bere un’acqua altamente contaminata e, quindi, dannosa per la salute. Facile profeta fu il Partito Democratico che già qualche anno fa, avanzò dei dubbi sul rischio inquinamento della falda acquifera nei pressi della discarica.

Oggi, il Partito di Bersani a livello locale invita il Comune a censire con le dovute analisi, tutti i pozzi artesiani che insistono in quelle Contrade a ridosso della discarica dei rifiuti solidi urbani per verificare o meno l’esistenza di altri casi di contaminazione dell’acqua usata per fino domestici e non.

Prima che arrivi il NOE, insomma, se ne occupi il Comune.