Soci Benemeriti: Motta e Vignola nella famiglia dei Carabinieri

cerimonia

LECCE – Un Carabiniere è un uomo che resta tale anche quando non indossa più la divisa. I suoi gradi, come i suoi valori, sono per la vita. E l’Associazione Nazionale Carabinieri aggrega chi è in servizio, chi non lo è più, i loro familiari e tutti coloro che amano la grande famiglia dell’Arma.

Di cui oggi fanno parte nuove, illustri personalità: il Procuratore Capo della Repubblica di Lecce Cataldo Motta, il Procuratore Generale Giuseppe Vignola, il Comandante provinciale dei Carabinieri, Col. Maurizio Ferla ed infine il Dott. Mario Franchini, Primario Radiologo emerito dell’Ospedale di Copertino.

A consegnare le tessere ai nuovi soci, il Presidente della Corte d’Appello di Lecce Mario Buffa ed il Prefetto Giuliana Perrotta, già soci benemeriti dell’Associazione Nazionale Carabinieri

La cerimonia si è tenuta al termine della Santa Messa celebrata nella Chiesa di ‘S.Giovanni Vienney’, durante la quale sono stati ricordati i Carabinieri che non ci sono più, uno su tutti il giovane Emanuele Bray di Collepasso, caduto in Afghanistan nel giugno scorso.