La Commissione Uranio chiede le carte su Torre Veneri

Rosario Giorgio Costa

LECCERischio contaminazione nel Poligono di Torre Veneri. Il Presidente della Commissione parlamentare di inchiesta sull’Uranio, Rosario Giorgio Costa, dispone l’acquisizione della documentazione dell’ARPAper verificare la possibile presenza di Uranio impoverito e risultato delle ricerche svolte nel 2007 e 2010.

All’epoca le indagini diedero esito negativo, ma dopo gli esposti in procura emerge anche un’altra esigenza, quella di indagare la possibile presenza di altri inquinanti e dunque procedere alla caratterizzazione del sito.