Tragico incidente sulla Francavilla-Ceglie, 4 morti ed un ferito

incidente

FRANCAVILLA FONTANA (BR) –  Un tragico incidente e un tragico bilancio. Muoiono sul colpo, in seguito alle ferite riportate nel violento schianto tra le 2 auto coinvolte, Anna Capobianco, 43enne di Francavilla Fontana, la figlia della donna Maria Isabel Di Castri, 18 anni, la 36enne Maria Giovanna Di Giuseppe, nata a Nardò e residente nella ‘città degli Imperiali’, e il cegliese Giancarlo Rogoli, 59 anni.

In gravissime condizioni la figlia 18enne della Di Giuseppe, Valentina Zaccaria,  ricoverata all’ospedale ‘Perrino’ di Brindisi.

Secondo una prima ricostruzione dei fatti, la Fiat Punto  condotta dalla Di Giuseppe, in direzione Francavilla sulla provinciale che collega la ‘città degli Imperiali’ con Ceglie Messapica, è entrata in rotta di collisione con la Citroen C3 guidata dal 59enne, in senso di marcia opposto.

L’impatto, frontale, è stato violentissimo. L’auto dell’uomo, dopo la collisione, si è schiantata contro il muretto a secco che costeggia la strada, finendo la sua corsa in posizione obliqua, sul muretto a secco. La Punto con a bordo le donne, invece, è rimasta piantata al centro della strada, letteralmente squartata sulla fiancata destra. Incerta la dinamica, ma l’asfalto reso viscido dalla pioggia è stato probabilmente fatale. Sul posto, i Vigili del Fuoco del distaccamento di Francavilla Fontana, con gli agenti della Polizia Municipale e i Carabinieri della locale stazione.

I soccorsi del 118, pur repentini, nulla hanno potuto per le 4 vittime. Gravissime, invece, le condizioni della 18enne, che lotta tra la vita e la morte. Tragici i momenti vissuti sul luogo dell’incidente quando, disperati, sono arrivati i parenti delle vittime. Il padre della Di Castri ha avuto un mancamento, ed è stato soccorso dai paramedici, mentre i copri delle vittime venivano trasportati dai carri funebri presso la camera mortuaria dell’ospedale ‘Camberlingo’ di Francavilla Fontana.

Le due mamme, come ogni giorno, si recavano a Ceglie per riportare a casa le figlie, studentesse dell’Istituto professionale. Oggi, però, lo stato d’animo non era dei migliori. Il marito della Capobianco, Vincenzo Di Castri, autotrasportatore per il mobilificio ‘NuavArredo’, era rimasto coinvolto nella tromba d’aria che nella mattinata, aveva investito Taranto, in seguito al ribaltamento del camion di lavoro.

Ma il destino, mai così tragico, ha privato  papà Enzo della quotidianità fatta di un bacio o di un abbraccio.