Leccese accoltellato a Reggio Emilia: è grave

Arcispedale 'Santa Maria Nuova'

REGGIO EMILIALe sue condizioni sono gravi, ma prima di entrare in sala operatoria è riuscito a dire al fratello che non conosceva il suo aggressore. Antonio Vizzino, 57 anni, originario di Minervino, è stato accoltellato all’addome a Reggio Emilia, dove vive da qualche tempo.

È successo alle 23.30, in via Martiri di Cervarolo, davanti ad un Circolo denominato ‘Buco magico’.

È stato suo fratello a trovarlo, quasi esanime, all’esterno del locale, seduto su una sedia del circolo. Lo ha caricato in auto e trasportato nell’Arcispedale ‘Santa Maria Nuova’. Perdeva molto sangue ed è stato sottoposto ad un delicato intervento chirurgico. I carabinieri del nucleo investigativo del Comando provinciale di Reggio Emilia sono arrivati al pronto soccorso, ma la gravità delle condizioni del ferito non ha permesso loro di interrogarlo. Il fratello ha però raccontato quello che gli avrebbe detto poco prima: di non conoscere chi sia stato.

Vizzino è già noto alle forze dell’ordine locali, dunque, l’accoltellamento potrebbe essere legato agli ambienti criminali del posto. Vizzino è ora ricoverato nel reparto di Terapia intensiva. I carabinieri hanno avviato le indagini per tentato omicidio ed aspettano che il ferito sia in grado di parlare per fornire elementi utili che li facciano risalire ad aggressore e movente.