Il Taranto è cresciuto, buon pari col Monopoli

tifoseria rossoblù

TARANTO Qualche emozione, zero gol e una manciata d’applausi: li raccoglie il Taranto che contro il Monopoli dimostra di essere cresciuto nell’ultimo periodo. L’avvio di gara è complicato, con gli ospiti che provano subito a portarsi in vantaggio.

I biancoverdi prima colpiscono il palo con Colella sugli sviluppi di un corner e poi sfiorano il gol, sempre su azione d’angolo, con Amato.

Gli uomini di De Luca insistono, ma Ventura al volo conclude a lato. Maraglino trema anche sulla punizione di Strambelli, con il pallone che fortunatamente sbatte sulla traversa. I rossoblù provano ad allegerire la pressione con Faccini che recupera un ottimo pallone, ma conclude a lato da posizione defilata.

Ben più insidioso il tiro scagliato da Mignogna, con Di Gennaro bravissimo a deviare in corner. La squadra di Pettinicchio chiude la prima frazione in crescendo, con il portiere ospite bravissimo a negare il gol anche a Vicedomini.

Nella ripresa Maraglino si fa trovare pronto sul colpo di testa di Pereyra, poi è ancora Mignogna a spaventare il Monopoli: il suo tiro-cross va a sbattere sull’incrocio dei pali con il pallone che rimbalza pericolosamente sulla linea. La risposta è affidata a Ventura, che riesce a scavalcare Maraglino, ma non a trovare lo specchio.

Il Monopoli riesce a trovare il gol, ma quando il guardalinee ha la bandierina alzata, e all’ultimo secondo è ancora Mignogna a mettere i brividi a Di Gennaro con una punizione fuori di pochissimo.

Finisce 0-0, pareggio positivo per i rossoblù che confermano la crescita delle ultime giornate. Per Pettinicchio, dopo un avvio thriller, c’è un pò di serenità.