Il Lecce soffre, ma gode con Giaco

Capitan Giacomazzi

LECCE – Con fatica e non senza patemi il Lecce torna a gioire. Dopo il ko di Lumezzane e la sosta i giallorossi sono chiamati a riprendere il cammino davanti al pubblico amico del ‘Via del Mare’, dove hanno sempre vinto. Lerda sceglie il 4-2-3-1 con Giacomazzi inizialmente in panchina, Esposito è out causa problemi fisici.

Prima del fischio d’inizio Foti e Benassi ricordano due angeli: il bomber omaggia Alfredo, abbonato ai giallorossi per 46 anni, mentre il portiere ricorda il collega Gabriele Brillantina.

Neanche il tempo di emozionarsi che arriva lo svantaggio: la Reggiana affonda sulla destra e a centro area Matteini manda il pallone sotto la traversa per l’1-0.

I salentini potrebbero pareggiare immediatamente, ma Foti, da buona posizione, calcia addosso al portiere.

Al 9° Memushaj prova il tiro da fuori, col suo sinistro parato da Bellucci.

Al minuto 25 primo episodio dubbio in area, con Foti che va giù sul corner.

Alla mezz’ora bel dialogo tra il centravanti e Memushaj, l’albanese esplode un gran tiro deviato in angolo. Dopo un avvio sottotono la squadra di Lerda cerca con insistenza il pareggio, pur senza brillare: Diniz stacca sulla punizione disegnata da Falco, ma Bellucci riesce ancora a salvare la sua porta.

Al 35° ancora Foti va giù in area, ma il direttore di gara lascia giocare anche questa volta.

Nel finale, Bogliacino prova ad incunearsi in area e viene frenato dall’uscita bassa di Bellucci; l’uruguayano ha la peggio: lussazione ad una spalla e frattura del setto nasale, al suo posto entra Jeda. Il Lecce riesce a pervenire al pareggio al fotofinish: terzo episodio che vede Foti affossato in area, per Minelli questa volta è penalty.

Dopo i 3 errori consecutivi di Jeda, Foti e Pià, sul dischetto va Memushaj che calcia forte e angolato per il pareggio.

L’albanese è il più pericoloso e ci vuole un altra parata di Bellucci per negargli la doppietta personale in apertura di ripresa.

Un minuto più tardi ci prova anche Di Maio, ma il centrale non inquadra la porta.

Al quarto d’ora, bella verticalizzazione di Jeda per Foti, con Bellucci che nel dubbio, chiude. Il centravanti, servito dal cross delizioso di Falco, va vicinissimo al 2-1 con un bel colpo di testa che si spegne a lato di pochissimo.

Il Lecce è a forte trazione anteriore, la Reggiana prova allora a coglierlo di sorpresa: la difesa salentina si salva sulla punizione battuta velocemente dagli emiliani. La gara sembra aperta a qualsiasi risultato; ci prova anche Giacomazzi ma la sua girata termina a lato.

Il guizzo del Capitano, però, è dietro l’angolo: scambio con Pià al limite e colpo da biliardo che trova sponda nel palo prima di gonfiare la rete. Il ‘Via del Mare’ esplode per il gol del Capitano che festeggia al meglio i suoi 35 anni (compiuti in settimana) e mette in archivio l’erroraccio di Lumezzane.

Il Lecce, non brillando, ritrova confidenza con i 3 punti: un successo che sicuramente aiuterà i giallorossi a ritrovare la verve di qualche turno fa.