Tenta di ucciderla dopo il rifiuto: 5 anni di carcere

tribunale

GALLIPOLI (LE) – Con le accuse di tentato omicidio, minacce, lesioni aggravate, rapina e porto abusivo di armi da taglio, è stato condannato a 5 anni di carcere Giuseppe D’Amato, 24enne di Gallipoli, assistito dall’Avvocato Anna Grazia Maraschio.

Armato di coltello avrebbe aggredito la sua amica, una studentessa di 18 anni.

Dopo aver invano tentato di convincere la ragazza a seguirlo in auto, di fronte al suo rifiuto, avrebbe perso il controllo, tirato fuori un coltello, scaraventa la donna per terra, intimandole nuovamente di raggiungere l’auto.

Intanto, le avrebbe strappato di mano anche borsa ed il cellulare.

Quando poi la ragazza sarebbe riuscita a scappare, trovando rifugio in un bar, D’Amato avrebbe raggiunto la vittima, puntandole contro nuovamente il coltello. E non avrebbe risparmiato neppure due avventori che avrebbero cercato di aiutare la ragazza.