Strage ‘Morvillo’, il PM: “Vantaggiato a giudizio immediato”

Giovanni Vantaggiato

BRINDISI – Giudizio immediato per Giovanni Vantaggiato. Questa la richiesta formulata dalla DDA di Lecce a consclusione delle indagini sull’attentato all’Istituto ‘Morvillo Falcone’ di Brindisi. Attentato in cui, lo scorso 19 maggio, perse la vita la studentessa Melissa Bassi, di appena 16 anni.

La Procura ha unificato il fascicolo della strage con quello relativo all’attentato del 2008, ai danni dell’imprenditore di Torre Santa Susanna, Cosimo Parato, episodio di cui lo stesso Vantaggiato ha ammesso le proprie responsabilità.

Il fascicolo sul tentato omicidio risalente a 4 anni fa è stato trasmesso dal Pubblico Ministero del Tribunale di Brindisi Milto de Nozza alla DDA di Lecce.

Ora la palla passa al GIP che dovrà decidere se accogliere o meno la richiesta di giudizio immediato nei confronti di Vantaggiato, il 68enne di Copertino, ritenuto l’autore della strage alla ‘Morvillo Falcone’.

Dunque, potrebbe celebrarsi a breve un unico processo, probabilmente a Brindisi, all’inizio del nuovo anno.