Radio Padania, una mozione in Consiglio contro l’antenna

Municipio di Villa Castelli

VILLA CASTELLI (BR) – Una mozione da portare in Consiglio comunale, per verificare se il ripetitore installato da Radio Padania non possa danneggiare il territorio a causa di un’eventuale carico eccessivo di onde elettromagnetiche. Non si placa, insomma, la protesta contro le trasmissioni di Radio Padania Libera, emittente di stampo leghista che da qualche settimana, disturba le frequenze della brindisina Idea Radio, ammorbandone le trasmissioni a colpi di propaganda antimeridionale.

Da una parte, quella padana, gli insulti alla dignità del territorio.

Dall’altra parte, sponda Salento, propositi di battaglia, tra esposti, denunce e manifestazioni. Ora, dopo  aver ospitato la manifestazione di domenica, il Comune di Villa Castelli, agro dove il ripetitore è stato installato, mette in campo le istituzioni cittadine.

Radio Padania Libera approda in Consiglio comunale con una mozione presentata dai Consiglieri della lista ‘Caliandro’. Oltre ai dubbi circa i danni alla salute causati dalle onde elettromagnetiche, i Consiglieri di opposizione propongono, nel documento già inviato al Presidente del Consiglio comunale Giuseppe Barletta, lo spostamento dell’antenna in questione in una zona più idonea.

Il tutto, si legge: “Nella forte consapevolezza che la nostra nazione non può essere divisa o abusata da gruppi localistici nel tentativo di accreditarsi ai propri elettori gettando fango sul meridione, salvo poi risultare interessati per affari al nostro territorio”.