Lavoro intenso per il Lecce, Lerda studia l’anti-Reggiana

LECCE – Doppia seduta per mettere altra birra nel motore e riprendere il terreno perduto con la frenata che ha lasciato il segno dei pneumatici giallorossi tra Pavia e Lumezzane. Lerda ha rassicurato tutti sull’assetto della ‘vettura’ giallorossa, che aveva bisogno di un pit stop per ripartire allo stesso ritmo che l’ha posizionata davanti alle altre.

Se poi Carpi ed Entella hanno perso l’occasione di accorciare i secondi di distacco rincorrendosi l’un l’altra tanto di guadagnato, con Giacomazzi auguri per i suoi 35 anni – e compagni che ripartiranno dal margine piuttosto rassicurante di 5 lunghezze.

Il Tecnico analizzerà con la squadra i 2 gol subiti a Lumezzane: il 1° con una ripartenza che nei presupposti, sembrava contenibile, il 2° con l’ennesimo calcio piazzato.

Situazioni da rivedere per evitare che si parli di punti deboli. Il Mister di Fossano, inoltre, sta testando la condizione fisica e la reazione mentale di tutto il gruppo, per poi scegliere l’undici che affronterà dal 1° minuto la squadra di Lamberto Zauli.

Le sue parole hanno lasciato intendere che si ricomincerà dal 4-2-3-1 con il ritorno di Falco, assente a Lumezzane per l’impegno in Nazionale.

Da valutare le scelte per i terzini, con Vanin che potrebbe riprendere il suo posto a destra e a centrocampo.

Scelte che passano in secondo piano rispetto a quello che è il solo obiettivo del team: tornare alla vittoria che manca dalla gara interna con il Portogruaro.

Il ‘Via del Mare’, fin qui, ha registrato solo successi salentini: è bene non perdere le buone abitudini.

 

 

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*