Inquinava la falda: 2 condanne per il depuratore di Soleto

Tribunale

GALATINA (LE) – Si è concluso con 3 assoluzioni e 2 condanne, il processo nato dalle indagini sul presunto inquinamento generato dal depuratore di Soleto. 2 mesi di arresto con pena sospesa sono stati inflitti dal Giudice Giovanni Gallo del Tribunale Monocratico di Galatina al responsabile territoriale dell’Acquedotto Pugliese Giuseppe Valentini, 51enne di Martina Franca e al responsabile della società che aveva in gestione le trincee drenanti del depuratore, Pasquale Verardi.

Entrambi dovranno risarcire i danni procurati al proprietario del terreno adiacente al depuratore, perchè avrebbero concorso, secondo l’accusa formulata dal Pm Ennio Cillo, al presunto sversamento di reflui che avrebbero invaso e ristagnato nell’area circostante.