Caporali a processo? Attesa la decisione

raccolta pomodori campagne neretine

LECCE – E’ attesa per stasera la sentenza del Gup Alcide Maritati relativa alla richiesta di rinvio a giudizio degli imprenditori e caporali coinvolti nel processo nato dall’inchiesta denominata ‘Sabr’.Il blitz che il 23 maggio portò all’arresto di 22 persone (diverse posizioni sono state già stralciate e archiviate) che avrebbero sfruttato, nelle campagne di Nardò, centinaia di clandestini tunisini, ghanesi e del Sudan, costringendoli a raccogliere angurie e pomodori per pochi spicci all’ora.

Per tutti ha richiesto il rinvio a giudizio il Pubblico Ministero Elsa Valeria Mignone.

Ora la parola è passata al Collegio difensivo. La sentenza arriverà di sicuro in serata. Scadranno, infatti, giovedì prossimo i termini per le misure di custodia cautelare in carcere e ai domiciliari emesse 6 mesi fa nei confronti delle persone coinvolte.