Ilva, Consiglieri: “Monti risponda o sarà la marcia su Roma”

Ilva

TARANTO  A sostegno della lettera inviata dal Sindaco Ezio Stefàno, sono pronti i Gruppi consiliari di maggioranza. Pronti ad accompagnare il 20 novembre il primo cittadino alla prossima audizione in Commissione Lavoro del Senato.

Strategica a livello nazionale per l’industria con l’acciaieria più grande d’Europa, per la difesa con la prima base navale d’Italia, per i traffici portuali vista la posizione centrale nel Mediterraneo, Taranto va assolutamente difesa dal Governo.

“Basta quindi con il garbo istituzionale”, dicono i Consiglieri. È ora che Monti, che il Governo, risponda in maniera concreta.

E poi il Consigliere Spalluto aggiunge: “Se il Ministro Balduzziaveva detto “il Paese adotti Taranto” sembra invece che ci sia la volontà di abbattere il capoluogo ionico. Si pensi ai tagli nei trasporti che isolano la città e all’operazione in atto per cancellare Taranto come capoluogo di provincia”.

Rammarico anche nelle parole del Consigliere Pietro Bitetti per la scelta del Segretario Pierluigi Bersani di annullare la tappa tarantina del suo tour elettorale in un momento così difficile per la città.

E conclude : “Se il Governo non si attiva, andremo a Roma, non più da soli in rappresentanza della città, ma con tutta Taranto, dalle associazioni agli studenti ai lavoratori. Siamo pronti per la marcia su Roma”.