Giocattoli e luci natalizie taroccate, sequestrati 30.000 pezzi

sequestro

TARANTO Giocattoli, addobbi e luci natalizie, dispositivi medici e materiale chimico, per un totale di 30.000 pezzi sono stati sequestrati dalla Guardia di Finanza di Taranto. Si tratta di prodotti potenzialmente pericolosi per i consumatori, perchè realizzati con materiali tossici e non  conformi alla normativa sulla sicurezza.

Ancora una volta dietro il sequestro, c’è il mercato cinese.

È stato denunciato, infatti, un commerciante dagli occhi a mandorla che rivendeva la merce taroccata in un negozio in pieno centro a Taranto. Sui prodotti esposti, oltre ai marchi contraffatti, falso era anche il marchio CE, di conformità europea.

Non solo, in particolare le luci e gli altri dispositivi elettrici, mancavano del foglietto illustrativo delle caratteristiche tecniche. Tutti prodotti pericolosi. I militari del nucleo di Polizia Tributaria hanno accertato, infatti, come sezione e  lunghezza del cavo di alimentazione dei prodotti non avessero dimensioni idonee a sopportare adeguatamente la tensione della rete elettrica, con probabile rischio di surriscaldamento e incendio.

Risultati pericolosi per la salute dei più piccoli anche i giocattoli sequestrati, privi – spiegano gli uomini delle Fiamme Gialle – dei requisiti imposti dalla normativa comunitaria sulla sicurezza dei prodotti. Fuori legge anche presidi medici chirurgici e insetticidi, sprovvisti di autorizzazione del Ministero della Salute. Il gestore del negozio ha rimediato la denuncia per vendita di prodotti contraffatti e non a norma sulla sicurezza e per l’immissione illegale in commercio di presìdi medico-chirurgici.