Molestie in Caserma Parolisi, a processo Sottufficiale di Nardò

caserma di Ascoli Piceno

NARDO’ (LE) – Un Maresciallo capo di Nardò, in servizio nel  235° Reggimento Addestramento Volontari di Ascoli Piceno, la caserma dove prestava servizio Salvatore Parolisi, è stato rinviato a giudizio dal gup militare per il reato di “ingiuria e minaccia ad un inferiore”.

Secondo quanto emerso dall’inchiesta,  il Sottufficiale – Antonio Di Gesù, 38 anni, originario di Nardò – avrebbe molestato sessualmente una giovane Caporale, minacciandola di rovinarle “la carriera e la vita”. I fatti risalgono al luglio del 2009.

Il maresciallo avrebbe ordinato alla ragazza di seguirlo in magazzino e, durante il tragitto, le avrebbe chiesto se le sarebbe piaciuto diventare la prima del corso: proponendole in cambio un rapporto sessuale.

Sempre lo stesso giorno, all’interno del magazzino, avrebbe molestato la giovane, palpeggiandola mentre scendeva da una scala, intimandole il silenzio, pena gravi ritorsioni.