Il Comune chiude il Centro ‘Renata Fonte’, esplode la protesta anche sul web

Centro antiviolenza 'Renata Fonte'

LECCEIl Comune di Lecce chiude il Centro ‘Renata Fonte’. Scatta la rivolta su Facebook. La decisione è stata comunicata alla responsabile, Maria Luisa Toto, previa lettera firmata da un dirigente. Sul web parte la protesta.

Sono diverse le sostenitrici del Centro che esprimono la propria rabbia per la decisione di Palazzo Carafa.

Francesca Pastore scrive anche una lettera aperta al Sindaco, Paolo Perrone. “Vorremmo conoscere – scrive – il motivo per cui ha intenzione di chiudere il Centro antiviolenza ‘Renata Fonte’ dopo 14 anni di attività a servizio delle donne e dei minori vittime di maltrattamenti e abusi.

Sono mesi che non riusciamo a parlare con lei: chiediamo appuntamenti senza ricevere risposte! Grazie per un’eventuale risposta”.