Crollo palazzina, il Comune corre ai ripari

Crollo palazzina a Pulsano

PULSANO (TA) – Dopo il crollo, il censimento. Il Comune di Pulsano corre ai ripari dopo la tregedia sfiorata in via Roma con il cedimento di una palazzina in ristrutturazione. Crollo da cui ne sono usciti 3 feriti, di cui uno in maniera più grave.

Cosimo Carangiolo, 52 anni, di Pulsano, ricoverato al ‘Miulli’ di Acquaviva delle Fonti per un grave trauma facciale. Il Sindaco di Pulsano Giuseppe Ecclesia ha annunciato che sarà avviato, quanto prima, un censimento sulle palazzine di tutto il centro storico del paese.

La parte più vecchia del centro abitato fa contare una ventina di palazzine per le quali sono già state inviate le ordinanze del primo cittadino per la messa in sicurezza. L’Amministrazione comunale invierà, inoltre, un encomio ai carabinieri intervenuti nelle operazioni di soccorso.

4 militari hanno scavato a mani nude per estrarre i feriti dalle macerie. Un gesto eroico, lo ha definito il sindaco che ha ringraziato anche i vigili del fuoco e tutta la macchina dei soccorsi.

Ecclesia, infine, assicura: se ci verrà chiesto sostegno assicureremo una sistemazione per i cittadini che vivevano nella struttura. Nell’edificio, al 1° piano, vive in affitto una famiglia di  albanesi, che non era presente al momento del crollo. Vanno avanti le indagini da parte dei carabinieri della Compagnia di Manduria e della stazione di Pulsano per accertare le cause del crollo ed eventualmente, le responsabilità.