Prove di disgelo Taranto-Brindisi, Florido tenta la mediazione

Gianni Forido

TARANTO – I Sindaci della Provincia di Taranto danno  mandato al primo cittadino Ezio Stefàno e al Presidente della Provincia  Gianni Florido, di riaprire la trattative  con Brindisi in fuga verso Lecce.

Ma la strada è tutta in salita.

Al vertice, convocato  nel Municipio del capoluogo ionico sono intervenuti numerosi Sindaci del tarantino e poi  quelli di Ostuni, Cisternino e Villa Castelli,  il deputato Pd Ludovico Vico, i Consiglieri regionali  Pentassuglia, Cervellera, Mazzarano, l’Assessore regionale Michele Pelillo.

Tutti hanno fatto quadrato  intorno a  Taranto capoluogo, ma  hanno convenuto che il pericolo con le modifiche apportate al decreto sul riordino, è dietro l’angolo e l’iter alle Camere sarà rapido.

Per questo  è stato conferito ampio mandato al Presidente della Provincia Florido e al Sindaco di  Taranto di riaprire le  trattative con Brindisi per  correre ai ripari.

La mediazione, per tentare di convincere i Comuni e Brindisi  stessa,  dei vantaggi dell’unione con Taranto è già partita. Si  tenterà il tutto per tutto per riagganciare i cugini brindisini  che si sono incamminati verso il progetto della Provincia Salento’.

La diplomazia della Provincia di Taranto è già al lavoro e, in queste ore,  è alla ricerca di un incontro con il Sindaco Consales.  Le prossime ore restano decisive.

Commenti

  1. luigi fersini scrive:

    Ora quali promesse mirabolanti saranno riformulate? Per caso la città di Taranto comincia ad avvertire pericoli di sopravvivenza? Come, non era una questione di forza dei numeri che facevano prevalere in modo asettico senza se e senza ma lo ionio sull’adriatico? E’ inutile è la gente che non gli interessa questa unione, fatevene una ragione.

  2. denny scrive:

    cosa avrebbe da guadagnarci brindisi e provincia?