Il Lecce guarda al Lumezzane, Lerda: “Niente spocchia”

Mister Lerda

LECCE – Il Lecce si è spostato in provincia di Brescia per preparare la partita di recupero di mercoledì, alle 14.30, contro il Lumezzane. Non c’è molto tempo per il recupero infrasettimanale, ma il Tecnico giallorosso avrà sicuramente fatto il punto sulla partita di Pavia, pareggiata 2-2, e per la quale Lerda è molto amareggiato.

“Dopo essere passati in vantaggio – afferma Lerda – un pò di spocchia l’abbiamo avuta, non siamo il Real Madrid”.

Alla vigilia aveva fatto credere che ci fosse un ballottaggio tra Chiricò e Pià. Invece, durante il corso della partita è la soluzione cui ha dovuto ricorrere per cercare di superare un avversario ben messo in campo, stretto nel suo modulo.

“Io ho visto da parte del Pavia un 5-4-1 – osserva il Tecnico giallorosso – ma questo aumenta i nostri demeriti perché non siamo riusciti a creare una superiorità numerica con i nostri due centrali difensivi”.

Fuori Falco e Diniz: i due calciatori non hanno convinto l’allenatore giallorosso che ha lasciato negli spogliatoi il fantasista di Pulsano (al suo posto Pià) e dopo ha richiamato anche Diniz per Semenzato, il quale ha giocato a destra rispetto alla partita di Coppa. 

Con Pià in campo, e successivamente anche con il rientrante Jeda,  il Lecce non ha cambiato volto. Lerda ha sistemato l’ex Napoli a sinistra (spostandolo anche per un pò sul fronte opposto) e l’ex Novara al centro dell’attacco dopo l’uscita di Foti autore dell’errore dal dischetto che poteva chiudere quasi definitivamente la partita. Merito al Pavia per aver smorzato un Lecce non particolarmente acceso, sembrato frenato e impacciato. “Abbiamo sbagliato molti passaggi”, conclude Lerda.

Giacomazzi e compagni ultimeranno la preparazione a Coccaglio, in provincia di Brescia. Contro il Lumezzane, Lerda recupera Vanin (dopo la squalifica), mentre perde Falco in ritiro con la Nazionale Under 20 di Lega Pro che a Frosinone affronterà la Russia per l’International Challenge Trophy.