Operaio Ilva in prognosi dopo aver bevuto acqua

ospedale taranto

GROTTAGLIE (TA)Un operaio dell’Ilva di Grottaglie di 35 anni è finito in ospedale, dopo aver bevuto una sorsata d’acqua da una bottiglietta prelevata da una pedana all’interno del siderurgico. L’operaio, addetto alle pulizie nella fabbrica, intono alle 10 del mattina ha preso la bottiglietta da mezzo litro, ha bevuto, e dopo una mezz’ora ha accusato un forte malore.

Soccorso nell’infermeria interna all’Ilva sulle prime è stato dimesso, perchè si era ripreso, ma dopo qualche ora, intorno alle 13, il dolore all’addome e un forte bruciore alla bocca si sono ripresentati più forti di prima, tanto che questa volta è stata necessaria la corsa al Pronto Soccorso del ‘SS.Annunciata’, dove il 37enne è ricoverato in prognosi riservata.

Le sue condizioni fortunatamente n0n sarebbero gravi, ma questa e senz’altro una nuova tegola che si abbatte sull’Ilva. Sul caso stanno indagando i carabineiri di Taranto. La bottiglietta, esaminata dai militari, pare fosse sigillata e che non presentasse fori nella plastica. Sono state, comunque, sequestrate tutte le casse di bottigliette e saranno analizzate nei laboratori dell’Arma.

Sono in corso accertamenti anche dai militari del Nas e degli uomini dello Spesal.

Commenti

  1. idebenone scrive:

    21:44 Arrivato ad Avezzano treno bloccato a Carsoli 259 È arrivato ad Avezzano in serata il treno che ieri era rimasto bloccato a Carsoli (L’Aquila) e che era ripartito dopo oltre 24 ore di ritardo. Alcuni viaggiatori avrebbero mandato via mail ai congiunti notizie sul ritardo, parlando di “treno che si è bloccato per circa 30 minuti nella stazione di Sante Marie, dove c’era oltre un metro e venti di neve”, oppure che nonostante “il passaggio della turbina spazzaneve la neve era talmente tanta da aver arrecato dei problemi al mezzo costringendo il personale a scendere dal treno ed ad avventurarsi in mezzo alla neve per sistemare manualmente il treno carrozza per carrozza”. Sul treno, a Carsoli, erano salite anche numerose persone dirette oltre Avezzano, che avevano dovuto abbandonare l’autostrada, a sua volta bloccata per neve, al casello. Non è chiaro, al momento, se e come potranno proseguire il viaggio da Avezzano.