Emissione di fatture false? Assoluzione piena per imprenditore di Squinzano

tribunale

SQUINZANO (LE)Assoluzione piena per Nicola Centonze imprenditore 59enne di Squinzano, accusato di emissione di fatture fittizie per un importo complessivo di 3.300.000 euro. I fatti contestati risalirebbero agli anni 2006-2007, nell’ambito dei rapporti commerciali che l’imprenditore salentino aveva intessuto con due aziende del nord.

Il caso esplose nel novembre del 2008, quando il Gip Antonio Del Coco su richiesta del Pm Imerio Tramis, emise nei confronti di Centonze, un’ordinanza di custodia cautelare agli arresti domiciliari. 

Ora la svolta nel processo. Niente di vero per il Giudice del Tribunale monocratico di Campi  salentina Stefano Sernia che ha respinto la richiesta di condanna ad un anno e mezzo.

Il legale dell’uomo, l’Avv. Paolo Spalluto, chiederà il risarcimento dei danni per ingiusta detenzione.