Nuove farmacie, indagato Presidente Ordine: “Io vittima di speculazione politica”

farmacia

FRANCAVILLA FONTANA (BR)Falso, in concorso, in relazione alla collocazione di 2 nuove farmacie nel centro abitato di Francavilla Fontana, dove ora è bufera.

È questo il reato ipotizzato dalla Procura di Brindisi, nei confronti del Presidente dell’Ordine dei Farmacisti di Brindisi, il francavillese Gabriele Rampino.

Con tanto di  farmacia e abitazioni del professionista perquisite e computer sequestrati nella mattinata di martedì, dai militari del nucleo di Polizia Tributaria della Guardia di Finanza.

Analoga perquisizione presso la sede dell’ordine nel capoluogo messapico. Una vera e propria bufera,  che affonda le radici, sembrerebbe, nella localizzazione di 2 nuove farmacie nella ‘città degli Imperiali’.

Fu proprio il Consiglio comunale, a colpi di maggioranza, a deliberare a favore di via Oria, nei pressi del centro commerciale ‘Famila’ a discapito della zona 167, quartiere più popoloso, ma secondo qualcuno, troppo vicino agli interessi di Rampino, titolare di una farmacia in via S.Lorenzo.

Cittadini e opposizione protestarono fortemente contro la decisione dell’Assise che a colpi di maggioranza, queste le accuse di Udc e Pd, favorì volutamente il Presidente. I dubbi delle forze di minoranza riguardavano proprio l’influenza del professionista sulla delibera. “Conflitto di interessi” e “scippo ai danni delle famiglie”. Queste le parole utilizzate dalle forze di minoranza.

Con, a margine, anche una serie di ricorsi al Tar avanzati da alcuni farmacisti francavillesi. Abbastanza, evidentemente, per aprire un fascicolo d’inchiesta, nelle mani del Pm Valeria Farina Valaori.

Se ne saprà di più quando Rampino, difeso dall’Avvocato Massimo Manfreda, presente al momento della perquisizione, sarà ascoltato dai Magistrati, che oltre a documenti cartacei hanno anche sequestrato informazioni contenute in alcuni pc presenti nell’abitazione, nella farmacia e nella sede dell’Ordine.