Lazzari contro Vico: “Brindisi verso Lecce? Naturale”

Luigi Lazzari

TARANTO Sulla querelle interna al PD in merito alla decisione di Brindisi di essere annessa a Lecce, interviene l’Onorevole del PDL, Luigi Lazzari contro il collega Vico. Il pidiellino prende le difese del primo cittadino messapico Mimmo Consales.

“Non si comprendono le dure prese di posizione di questi giorni dei rappresentanti parlamentari e delle istituzioni tarantine, che non perdono occasione di scagliarsi contro i Sindaci del brindisino e il Sindaco di Brindisi Consales, ‘colpevole’ di presunte retromarce nella vicenda del riassetto territoriale delle Province e di sostenere l’ipotesi di costruire anche sulla cartina geografica il Grande Salento.

Queste accuse – scrive Lazzari – non si comprendono, perché c’è invece coerenza perfetta e piena rispondenza, nei comportamenti e nelle azioni politiche e amministrative dei Sindaci guidati da Consales: i Comuni del brindisino da sempre ricercano il ‘Grande Salento’ e questo modello amministrativo, senza dietrofront o marce indietro.

Un avvicinamento amministrativo tra i due territori, in questo senso, rappresenterebbe solo una tappa ulteriore verso l’irreversibile rapporto di interconnessione tra Brindisi e Lecce. Taranto – conclude – è oggi più lontana da questa visione partecipata, oggettivamente”.

Commenti

  1. luigi fersini scrive:

    Ancora cu stu Tarantu! “non si comprendono le dure prese di posizione dei parlamentari Tarantini”, e come non comprenderle, (ma seriamente non capite?) poverini, tra un po Taranto resterà sola e sarà gioco forza annessa alla ex provincia di Bari. E basta con tutta questa premura di unire Taranto a Lecce e Brindisi. La provincia del Salento può benissimo nascere senza la presenza di Taranto città (loro non lo voglio), non vedo tutta questa necessità.

  2. Andrea scrive:

    Il simpatico VICO con fratello ex consigliere MANDURIANO al seguito, con assessore provinciale all’istruzione MANDURIANO PD, con consigliere MANDURIANO PD e con consigliere UDC MANDURIANO… …STANNO REMANDO CONTRO IL RITORNO DI MANDURIA (LE).
    I nomi?? VICO, MASSARO, PUNZI, LARICCIA… liberateci.
    Qualcuno ci rapisca dai venditori di cozze alla diossina e ci riporti alla Terra natìa. AIUTO!!

  3. ANDREA scrive:

    Meglio con Bari che con voi arroganti e presuntuosi. Pretendete di cancellare e umiliare una città dal passato glorioso con i vostri piccoli giochetti da politicanti. Tenetevi pure Avetrana e zio misseri, non ci mancheranno di certo!

  4. luigi fersini scrive:

    Gentilissimo sig. Andrea, nessuno pretende di cancellare Taranto che ha tutto il diritto di pensare al proprio futuro, si ragiona solo sulla connessione di territori che obtorto collo “vanno accorpati”, quindi nulla di scandaloso se durante questo processo molte amministrazioni locali delle due ex Province di Taranto e Brindisi preferiscono unirsi alla ex Provincia di Lecce per creare una unica provincia del Salento (magari qualcuno si è chiesto come mai di questa libera preferenza?). La Provincia di Lecce unica tra le tre a mantenere la propria integrità, non vuole essere ne arrogante ne presuntuosa, di contro qualcuno mi spieghi come mai in questa fase, soprattutto la Città di Taranto non riesce ad attirare a se la maggior parte dei comuni del Brindisino e inoltre rischia di essere abbandonata anche da alcune realtà della propria Provincia, poi l’affermazione su Avetrana se la poteva anche risparmiare. Ora sig. Andrea in questo riassetto del territorio tutto ritorna alle origini, e quello che artificiosamente venne diviso si ricompatta, ha presente la Messapia? Solo questo dovrebbe farle capire il perché di tutto ciò.

  5. ugo scrive:

    Dopo Ceglie anche Manduria deve venire nel Salento così rinasce la Messapia

  6. Mario scrive:

    Non ho nulla contro i brindisini, ognuno sceglie il proprio destino, il nostro in questo momento così difficile non è quello di diventare provincia di lecce con tutto ciò che ne consegue, perdita degli enti territoriali, perdita occupazionale e quant’altro. Nel nostro territorio sono in molti che stanno prendendo in considerazione il possibile passaggio della nostra provincia nella regione Basilicata, la legge lo prevede, Piacnza docet.

  7. MIK scrive:

    IL SALENTO CON LA SUA TERRA NATIA… LA CALABRIA

  8. MIK scrive:

    LA VALLE D’ITRIA A BARI, PER REGIONI STORICHE CULTURALI ETCC…
    TUTTE CAVOLATE, LA COSTITUZIONE PREVEDEVA LE REGIONI IN LUOGO DELLE PROVINCIE, NON ESISTE UNA REGIONE CON UN PAESONE COME LECCE DI 80000 ABITABTI CAPOLUOGO