Armi e droga in casa, in manette 22enne

Questura-BR

BRINDISIIn casa, sotto il letto, nascosti nella valigia, aveva un piccolo e personale arsenale. Pronto per essere usato. Finisce in manette, con l’accusa di detenzione illegale di armi clandestine e sostanze stupefacenti, il 22enne brindisino Davide Bombacigno, residente a Santa Chiara ma di casa, da qualche tempo, in un appartamento di un amico, in via Corte Ticino, civico 12, quartiere ‘Perrino’.

E’ lì che gli agenti della Squadra mobile lo hanno tratto in arresto. Sotto il letto, nascoste in un trolley, i giovane aveva occultato un revolver calibro  38 con 7 proiettili pronti a esplodere e una beretta 765 con matricola abrasa.

Sempre dentro casa, i poliziotti hanno ritrovato 25 grammi di hashish e un bilancino di precisione. Oltre  vario materiale utile per il confezionamento della sostanza. Il giovane, già noto alle forze dell’ordine per reati specifici, è finito nel mirino della Questura dopo una serie di controlli partiti dopo l’arresto dei 2 componenti della ‘banda dello scooter’.

Da lì, i poliziotti sono arrivati a Bombacigno, la cui posizione potrebbe aggravarsi se, come ritengono gli inquirenti, le armi ritrovate in casa possano essere in qualche modo ricollegate ai misteriosi spari contro le saracinesche di alcune attività commerciali del capoluogo. Il giovane, difeso dall’Avvocato Lillo del Foro di Brindisi, è stato condotto in carcere su disposizione del Pm Daniela Iolanda Chimienti, in attesa dell’interrogatorio di convalida.