Cognata ‘mano lunga’, condanna a 2 anni di carcere

LECCE – Ha patteggiato per direttissima una condanna a 2 mesi e 20 giorni, Annarita Surano, 44 anni, nata a Copertino ma residente a Porto Cesareo, arrestata venerdì mattina con l’accusa di tentato furto.

Avrebbe rubato in casa della cognata benestante ben 5.000 euro per poter giocare ai ‘Gratta e vinci’. La condanna, con immediata scarcerazione, riguarda solo l’ultimo episodio che ha portato all’arresto.

Per tutti gli altri, le indagini sono ancora in corso.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*