Caso Miccolis, seduta lunga e animata del Senato accademico

rettorato lecce

LECCE Seduta lunga e animata, quella del Senato accademico, convocato stamattina alle 8.00 per discutere del caso Miccolis, il Direttore generale dimissionario dell’Università del Salento e riunitosi nonostante i timori della vigilia sul numero legale.

Da un lato il Rettore ha esposto l’iter seguito, la richiesta di dimissioni avanzata non solo dal CdA, ma anche dallo stesso Rettore nei confronti dell’ex Direttore generale.

Dall’altro lato non sono mancate le critiche dei senatori accademici che si sono sentiti scavalcati dal decreto del Rettore che ha sostituito il parere del Senato accademico e ha permesso al Consiglio di Amministrazione di nominare un Direttore reggente, l’Avvocato Claudia De Giorgi.

Una critica che il Direttore del Dipartimento di Scienze giuridiche, Raffaele De Giorgi, ha esteso in maniera più complessiva all’ultimo anno di gestione del Rettore Laforgia, caratterizzato – secondo il giurista – da fretta istituzionale.

Una posizione di critica molto dura che per la prima volta è stata ufficializzata con un documento depositato dallo stesso De Giorgi a verbale del Senato accademico. Un altro documento è stato, invece, depositato dai 3 rappresentanti degli studenti dell’Udu, che hanno condannato sia la gestione dirigistica dell’Università italiana sia la candidatura di Miccolis avanzata da Laforgia sia il comportamento dei sindacalisti che hanno registrato le conversazioni con l’ex Direttore generale.