Operai ‘Adelchi’ e ‘Filanto’ in strada, trattativa in corso

Adelchi-Filanto

LECCE – Sono scesi in strada arrivando da tutta la provincia ed hanno sfilato per la città oltre 300 lavoratori  in cassa integrazione, operai delle aziende salentine in  grave crisi: dall’‘Adelchi’ di Tricase alla ‘Filanto’ di Casarano, dalla ‘Melting Pot’ alla ‘Prototipo’ di Nardò.

Accompagnati dai sindacati, i rappresentanti dei lavoratori hanno raggiunto la sede della provincia, dove hanno incontrato i delegati di Confindustria. ‘Adelchi’ si è mostrata pronta a revocare la procedura di mobilità per i dipendenti solo con l’assicurazione della proroga della cassa integrazione per un altro anno.

I lavoratori in mattinata hanno chiesto innanzitutto il pagamento della cassa integrazione in deroga, ferma al mese di settembre. Per questo   i rappresentanti sindacali e i rappresentanti dei lavoratori hanno incontrato il Prefetto Giuliana Perrotta che ha assunto  l’impegno  di intervenire e sollecitare i pagamenti presso il Ministero del Lavoro e la Regione Puglia. 

Le 4 organizzazioni sindacali hanno, inoltre, chiesto la convocazione di un tavolo ministeriale per affrontare il problema. “È impensabile – dice Giuseppe Guagnano, Segretario provinciale della Filctem Cgilche dal mese di gennaio circa 7.000 lavoratori rimarranno in mezzo ad una strada”.

Intanto, se entro lunedì non arriverà la cassa integrazione si annunciano nuove eclatanti proteste.

Commenti

  1. lucia scrive:

    fanno schifo