Dall’India ‘no’ a bandiera italiana al Grand Premio di New Delhi

Ferrari

TARANTO – Un’associazione di pescatori indiani si oppone alla decisione della ‘Ferraridi esporre la bandiera della Marina Militare Italiana sulle monoposto che sono impegnate da oggi al Grand Premio dell’India alla periferia di New Delhi.

I pescatori parlano di un  affronto alla società indiana e una sfida alla nostra comunità.

I ferraristi Fernando Alonso e Felipe Massa hanno girato,, stamattina, al circuito di Buddh di Greater Noida per le prime prove libere con il simbolo della Marina Militare sulla parte frontale anteriore della carrozzeria in solidarietà con i 2 marò detenuti in Kerala per l’omicidio di 2 pescatori indiani scambiati per pirati lo scorso 15 febbraio.

La decisione ha sollevato anche alcune critiche anche sulla stampa indiana.

Intanto, sulla  vicenda si è espresso oggi a Udine, l’Ambasciatore dell’India in Italia, Debabrata Saha. “Avremo, ha detto,  una sentenza equa e ispirata alla giustizia e il più velocemente possibile”.

Il Diplomatico ha poi sottolineato che “l’Italia e l’India sono Paesi amici da sempre con degli strettissimi rapporti e relazioni, dunque vi assicuro che la questione si risolverà il più velocemente possibile, sempre seguendo i tempi e i corsi della giustizia”.