Afghani e pakistani, 49 disperati sulla costa di Cerano

Spiaggia di Cerano

CERANO (BR) – Non si fermano i viaggi della speranza a bordo delle carrette del mare. Ennesimo sbarco di clandestini lungo la costa brindisina, di uomini e donne alla ricerca di accoglienza e di una nuova vita.

Nel buio della sera in 49, tra cittadini pakistani e afghani, hanno raggiunto la spiaggia di Cerano.

Gli agenti della sezione Volanti li hanno trovati mentre percorrevano a piedi il ponte che collega Cerano a Tuturano.

Camminavano a passo lento sul ciglio della strada. Erano infreddoliti, bagnati, stanchi, dopo ore ed ore di viaggio a bordo di un natante di cui, per il momento, non c’è traccia, così come dello scafista che li ha condotti fin qua.

L’ultima tappa, la Grecia, prima di raggiungere la meta, la costa di Cerano, il punto dal quale ricominciare. La loro presenza è stata notata, intorno alle 22.30, da alcuni automobilisti che hanno allertato la polizia.

Gli uomini della Questura di Brindisi, insieme al personale della guardia costiera, hanno quindi avviato le ricerche proseguite per tutta la notte, per il recupero di tutti i clandestini. E’ stata necessaria anche la perlustrazione della zona in elicottero per accertare che  non ci fossero vittime o dispersi in mare in seguito alla traversata.

Una volta prestate le prime cure, gli agenti hanno accompagnato i clandestini in Questura, dove sono stati identificati e ascoltati per cercare di capire chi ha organizzato un viaggio che avrebbe potuto trasformarsi in una tragedia.