Ubriaco accoltellò il cognato: condannato a 5 anni

QuattroStelle

LECCE – Ubriaco dopo aver assistito alla gara di Coppa Italia fra Juventus e Milan, accoltellò il cognato e appiccò il fuoco nella sua abitazione. Kard Jawad, 33enne di nazionalità marocchina, è stato condannato dal Gup Ines Casciaro, in abbreviato, a 5 anni di reclusione con le accuse di tentato omicidio e incendio doloso.

Il Pm Antonio Negro aveva chiesto una condanna ad 8 anni di carcere, ma il Gup ha riconosciuto all’imputato l’attenuante della provocazione.

L’uomo, infatti, sarebbe stato provocato dalla presunta vittima.

 

Commenta per primo

Lascia un commento

L'indirizzo email non sarà pubblicato.


*