Lecce: Cheva scalpita, ma il passaggio?

chevanton

LECCE Jeda potrebbe tornare abile e arruolabile, ma nel frattempo Cheva si scatena con 3 gol in partitella. Un piccolo segnale, la testimonianza che il suo recupero procede sulla retta via e presto l’uruguayano potrà dare un aiuto importante alla squadra.

Resta un azzardo ipotizzare un suo impiego dal 1° minuto, ma Lerda prenderà atto di questa tripletta.

Oltre al centravanti, il tecnico dovrà rimpiazzare anche l’altro squalificato, Mino Chiricò  e gestire il ‘traffico’ a centrocampo.

Giacomazzi, entrato in campo per spegnere le velleità del Trapani, è pienamente recuperato e aumenta la concorrenza in una mediana di grande qualità e quantità. De Rose, chiamato a sostituirlo dalla gara di Treviso, ha inanellato una serie di prestazioni, risultando sempre tra i migliori in campo.

Meglio avere di questi problemi, soprattutto alle prese con il doppio impegno. Dopo il successo di Nocera prende corpo l’idea di arrivare fino in fondo anche in Coppa, provando a conquistare il Triplete Campionato, Coppa Italia e Supercoppa. L’ambizione di una rosa come quella del Lecce non può essere diversa, soprattutto con uno come Lerda in cabina di regia.

Il Mister di Fossano ha dimostrato di abbinare al lavoro tecnico-tattico sul campo anche grandi capacità di gestione del gruppo e quel realismo che non guasta mai, soprattutto in gare come le ultime due.

Sul profilo del calcio giocato, quindi, splende alto il sole, mentre il cielo è denso di nubi per quanto riguarda l’aspetto societario. La firma sul tanto atteso passaggio di proprietà è slittata ancora, facendo sorgere degli enormi punti interrogativi nella testa dei tifosi, flagellati da mesi terribili.

La speranza è solo una: che questa telenovela, una volta per tutte, imbocchi una strada diversa. Quella della fine.