Collegio dei revisori, la spunta la maggioranza

palazzo carafa

LECCEIl Comune di Lecce ha un nuovo Collegio dei revisori. Si tratta dei Dottori Maurizio Renna a Fabrizio Quarta proposti dalla maggioranza e della Dottoressa Paola Bruno a sorpresa indicata dal Consigliere dell’Udc Luigi Melica, in rottura con le intenzioni dei colleghi di minoranza, ossia dare nuovamente fiducia alla Dottoressa Paola Montinaro.

E’ stato un Consiglio comunale acceso che ha visto lo scontro diretto fra maggioranza e opposizione sulla delibera di scioglimento e nomina di un nuovo Collegio.

A sostenere che non occorreva far decadere l’organo ma procedere ad una semplice sostituzione il trio Pd-Leccebencomune e Udc.

Richiamando la regola dello Statuto II che prevede la sostituzione e non lo scioglimento.

Di contro la maggioranza per bocca di Bernardo Monticelli Cuggiò di Fli prima e dell’Assessore al Contenzioso Luigi Coclite, ha sostenuto che a fare scuola è la sentenza del Consiglio di Stato e che in ogni caso, la norma 276 del Tuel prevale sullo Statuto comunale.

Nonostante le diverse posizioni, a prevalere è stata la maggioranza che con 18 sì, ha deliberato il decadimento del Collegio e la nomina di uno nuovo. Per l’opposizione allora salvare la Dottoressa Montinaro è diventata una battaglia di principio, avendo la stessa presentato nuovamente domanda, al pari di altri 59 candidati e avendo il Sindaco, affidato la nomina del 3° componente all’opposizione.

A rompere i piani il collega Luigi Melica dell’Udc che, controcorrente, ha presentato una candidatura diversa, quella della Dottoressa Paola Bruno.