Lecce, sei da Over. Lerda manda tutti in gol

lerda

LECCE – 26 gol in 11 gare tra campionato e Coppa, oltre 2 a gara. Numeri straordinari per il Lecce di Mister Lerda, che da inizio stagione ha messo a ferro e fuoco le difese avversarie.  

L’ultima vittima è stata la Nocerina, colpita a morte dal tap-in di Malcore.

L’altro dato che risalta, a confermare la collettività del gioco del Tecnico di Fossano, sono i 15 nomi iscritti al registro marcatori. Da Foti, che guida la truppa di bombardieri con 6 gol, fino al baby Rosafio: in gol difensori, centrocampisti ed attaccanti.

Coralità, competizione e propensione offensiva: questi i tre ingredienti principali della ricetta di Lerda, che in stagione si è dovuto arrendere soltanto al Torino. Tolta quella sconfitta (arrivata contro una squadra di A, e con la rosa ancora in allestimento) solo vittorie e il pareggio (tanto discusso e discutibile) di Como.

Se è presto per fare bilanci di sicuro l’avventura dei salentini non poteva partire meglio, nonostante le tante assenze di questi primi mesi.

Ancora, Lerda non ha potuto disporre dell’intero potenziale da fuoco: prima Jeda, poi Pià si sono fermati, Foti è entrato gradualmente in condizione e Chevanton ha cominciato a riassaporare il campo.

Viste le premesse non si può che migliorare: è un Lecce in formato Over, in grado di abbattere anche le difese più arcigne. Fronteggiare Falco, Chiricò, Bogliacino, Foti, Jeda, Pià, Chevanton e i giovani ruspanti farebbe venire il mal di testa anche a molti allenatori di cadetteria.