Aia, Assennato: “Ilva, ha avuto vantaggi competitivi in passato”

Direttore Arpa Puglia Giorgio Assennato

TARANTO – Nonostante il diluvio di critiche, potrebbe essere martedì 23 ottobre, la data di entrata in vigore della nuova Autorizzazione Integrata Ambientale per l’Ilva di Taranto

Il testo dell’Aia,  al momento   sta  raccogliendo il visto dei  Ministeri di Sviluppo economico, Salute,  Lavoro e dell’Interno, quindi tornera’ alla Direzione Generale del Ministero dell’Ambiente per la firma e la controfirma finale del Ministro, Corrado Clini.

Ma tutto questo non ferma, per ora, le procedure di spegnimento degli impianti sequestrati.

Nella loro ultima relazione sull’attività svolta in stabilimento, consegnata a Procura, carabinieri del Noe e Ilva il 15 ottobre, i custodi danno anche le prime indicazioni sui costi di alcuni interventi urgenti che l’azienda dovrebbe realizzare.

Sulla nuova Aia è intrevenuto anche il Direttore  di Arpa Puglia. Un documento  che scontenta tanti vuol dire che ha raggiunto un sostanziale punto di equilibrio. E poi sulla perdita di competitivita riferita  dall’azienda risponde: “In  passato, Ilva ha  avuto vantaggi competitivi”.