Gli ultimi D’Alema boys? Resistono nel Salento

D'Alema

LECCE – Salvate il soldato D’Alema, salvatelo dalla rottamazione che ha contagiato anche Walter Veltroni, annunciando il suo ritiro. Il documento a sostegno della ricandidatura in Parlamento del leader Maximo, parte proprio dal sud.

Per noi D’alema è punto di riferimento – si legge nel documento – basta personalismi e divisioni, parta dal sud la sfida per il Governo. A muoversi è quel fortino rosso, costituito da amministratori, dirigenti di partito, imprenditori, cooperative e fedelissimi che rivogliono il Presidente del Copasir in prima linea.

I 700 nomi e cognomi sono stati pubblicati sul giornale di partito, ‘l’Unità’. A muoversi è il sud in particolare la Puglia e il Salento dove non mancano le storiche riconferme ma anche molti colpi di scena, rappresentati da illustri assenze e ritorni. Assenze di peso quelle di Alberto Maritati e Nicola Latorre, da sempre molto vicini a D’Alema.

Ma anche quella della Vicepresidente della Regione Puglia, Loredana Capone. Gran ritorni come quello del Consigliere regionale Antonio Maniglio, ritornato sui suoi passi dopo una breve, ma intensa, esperienza da rottamatore. Resiste Antonio Rotundo che non firma il documento.

Confermano fedeltà invece l’Onorevole Teresa Bellanova, Ludovico Vico, l’ex Presidente della Provincia di Lecce, Giovanni Pellegrino, il Segretario regionale del Pd, Sergio Blasi, quello provinciale Salvatore Capone, lo storico amico Friz Massa, dirigenti di partito come Umberto Uccella, il Presidente di Italia Navigando Ernesto Abaterusso e il figlio Gabriele.

Molti amministratori della Provincia di Lecce, come Luigino Sergio, Andrea Romano, Antonio Zacheo, Ivan Stomeo, Cosimo Valzano, un inedito Marcello Risi. Firma anche l’ex dirigente sanitario Franco Sanapo.

Lunga è la lista di imprenditori e cooperative che si schierano apertamente pro D’Alema, tutti provenienti dal Sud Salento. Tutti pronti a sostenere lo storico leader e dunque anche la mozione di Bersani alle Primarie del Centrosinistra.

Non hanno firmato il documento pro D’Alema, ma sono a favore del Segretario nazionale del Pd, l’associazione ‘Puglia futura’ promossa dal Professore Egidio Zacheo e Massimo Colucci, anche l’area Letta del partito che da poco ha incassato la Segreteria del Pd Lecce.

Quella che si sta giocando nel Centrosinistra, la partita per la Premiership, costituisce per molti anche la possibilità di veder realizzate delle ambizioni per alcuni, riconferme per altri, tutti con l’obiettivo Roma. E dunque potrebbe diventare vitale, per la personale carriera politica, la vittoria di Bersani e la ricandidatura di D’Alema.